LA SIGILLATURA DEI DENTI

 

Cos'è e a cosa serve la sigillatura dei denti

La sigillature dei denti consiste nell’applicare una pellicola protettiva di materiale composito o vetroionomerico sui solchi profondi dei denti permanenti in particolare di quelli dei primi molari che erompono a 6 anni.
Queste sostanze proteggono le superfici masticanti dei denti posteriori, frequentemente soggette nei bambini a carie dentale per vari motivi: i bambini a sei anni hanno scarsa manualità nel lavare correttamente i denti, i molari, inoltre, sono più difficoltosi da detergere bene sia per la loro posizione sia perché i solchi di questi denti appena erotti sono molto profondi.
L’applicazione di queste sostanze è veloce, indolore ed è un ottimo modo per iniziare un bambino alle cure odontoiatriche.
Le sigillature vanno controllate periodicamente e se si staccano vanno riapplicate, in genere, però, durano mediamente due anni.
Il costo è di molto inferiore alla cura di un dente e soprattutto evita la carie: effettuando le sigillature si paga quindi meno per avere denti più sani.
Tutti i bambini possono trarre giovamento dalla sigillatura, anche chi non ha mai avuto carie e già effettua prevenzione con il fluoro.
Il fluoro, come già detto, è molto efficace come prevenzione, ma a volte non è sufficiente a prevenire la carie delle superfici masticanti dei molari permanenti. Statisticamente nei pazienti di età inferiore ai 15 anni l’80% delle carie si sviluppano proprio su queste superfici.
La sigillatura è diventata oggi un’arma indispensabile nella lotta contro la carie, ma è molto importante che venga effettuata precocemente, subito dopo l’eruzione del dente permanente, altrimenti potrebbe essere troppo tardi.
A volte i molari permanenti sono già cariati ancor prima di terminare la loro eruzione, questo perché cibo e placca si annidano tra la gengiva ancora non perfettamente riassorbita e la corona  del dente in eruzione. Durante le varie settimane che il dente impiega ad erompere completamente, se i genitori non aiutano il bambino a pulire perfettamente questo dente, succede spesso che si formi la carie.
Per concludere, i genitori devono controllare attentamente quando, verso i 6 anni, iniziano a spuntare i primi molari permanenti, in genere poco prima o poco dopo la caduta degli incisivi da latte. È bene che aiutino il bambino nella pulizia di questi nuovi denti e facciano applicare al dentista pediatrico il sigillante appena sono completamente erotti.

Attenzione! Mentre ci si accorge dell’eruzione degli incisivi permanenti perché subito prima cadono quelli da latte, di solito non ci si accorge dell’eruzione dei primi molari, perché compaiono in bocca senza che cada nessun dente deciduo corrispondente: erompono, infatti, subito dietro agli ultimi molaretti da latte sia nella mandibola che nella mascella.



Quanto durano i sigillanti?


Questo è un punto molto importante perché i sigillanti devono essere periodicamente controllati in quanto la loro rottura accidentale, talvolta, crea uno scalino che anziché favorire lo scivolamento dei batteri e dei residui alimentari lo ostacola. I recenti materiali sono migliorati rispetto alle prime formulazioni perché consentono spessori molto ridotti ed un’usura per così dire controllata che evita lo scheggiarsi del sigillante.
Comunque la durata media di una sigillatura è di circa 2 anni ed avendo costi limitati è sempre possibile ripeterla quando necessario.



 

A cura della Dott.Rossella Stella - Odontoiatra-Pedodonzista

 

 

Questo sito utilizza cookie per le sue funzionalità; scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.Per saperne di più o negare il consenso leggi privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information