DENTI DEI BAMBINI

I denti dei bambini cominciano a formarsi prima della nascita. Già a 4 mesi i primi denti decidui, o da latte, che possono erompere sulle gengive sono gli incisivi centrali inferiori, seguiti presto dagli incisivi centrali superiori. Sebbene tutti i 20 denti decidui compaiono di solito entro i 3 anni, la frequenza e l’ordine dell’eruzione variano.
I denti permanenti iniziano a comparire intorno ai 6 anni, a partire dai primi molari e dagli incisivi inferiori. Il processo di ruzione continua fino a circa 21 anni.
Gli adulti hanno dai 28 ai 32 denti permanenti se si includono i terzi molari ( o denti del giudizio).

 

IMPORTANZA DEI DENTI DA LATTE

Ancora oggi si sentono genitori che sottovalutano i denti da latte in quanto destinati a durare un periodo di tempo limitato. In realtà, essi svolgono una serie di compiti fondamentali ed è importantissimo che arrivino integri alla loro naturale permuta.

i loro compiti principali sono:

  • Consente una buona masticazione e quindi una buona alimentazione,
  • Permettere una corretta articolazione dei suoni e della parola,
  • Guidare l’eruzione dei denti permanenti,
  • Guidare la crescita scheletrica.


Se un dente da latte cade prima del tempo per effetto di un trauma o di una carie destruente è necessario mettere un mantenitore di spazio. È bene ricordare che anche un’inversione nell’ordine di permuta può creare problemi: è perciò fondamentale il monitoraggio da parte di uno specialista (pedodontista).


Fotolia 28939845 XSIL DENTISTA PEDIATRICO

Il dentista pediatrico, detto anche pedodontista, è un odontoiatra che si dedica alla cura dei problemi odontoiatrici dei bambini dall’infanzia all’adolescenza.

 

Ogni età compresa in questo range ha problematiche diverse e pertanto deve essere anche differente l’approccio al piccolo paziente.
Il pedodontista possiede una preparazione culturale e psicologica specifica che gli consente di instaurare un buon rapporto di fiducia e collaborazione con il bambino. Ciò è ovviamente il preludio indispensabile per poter iniziare il trattamento odontoiatrico.


Compito specifico del pedodontista  è anche quello di motivare ed insegnare le corrette tecniche di spazzolamento dentale, di istruire all’utilizzo del filo interdentale, di verificare che tutti i presidi di prevenzione siano attivi (fluoroprofilassi topica, sigillature), di prevenire e trattare malocclusioni, abitudini viziate e traumi dentali.

 

A che età deve essere visitato il bambino per la prima volta dal dentista?


I primi denti decidui erompono statisticamente fra i sei ed i dodici mesi. Già a questa età, il genitore deve interessarsi alla salute dentale del proprio figlio. È quindi opportuno che lo faccia visitare dal pediatra o, meglio, dall’odontoiatra infantile.
Benché possa sembrare presto, un rilevante numero di bambini fra i due ed i tre anni hanno già problemi di carie o infiammazioni gengivali. Prima ci si interessa della salute dentale del proprio figlio e più facilmente si riescono ad evitare problemi in seguito.
L’odontoiatra infantile potrà dare tutte le informazioni riguardanti la corretta igiene orale, quella che è una corretta alimentazione, il corretto uso del succhiotto e del biberon, l’uso del fluoro e dei traumi dentali.
Comunque, se non è già stato fatto prima, almeno durante il primo anno di scuola materna, il bambino deve essere fatto visitare da un odontoiatra infantile.

 


COSA FARE E QUANDO:

 
Dalla nascita a 6 mesi:


  • Pulire la bocca del bambino gentilmente con una garza umida dopo le poppate.
  • Cercare di regolarizzare il più possibile le abitudini alimentari.

 

Dai 6 ai 18 mesi:

  • Nascono i primi denti da latte; è consigliabile una visita di controllo.
  • È necessario pulire i denti del bambino con uno spazzolino che deve essere piccolo e con setole morbide; lo spazzolamento deve avvenire dopo ogni pasto e prima di metterlo a letto.
  • Fare attenzioni ai traumi dentali particolarmente frequenti in questo periodo poiché i bambini iniziano a camminare.

Dai 18 mesi in poi:

  • Seguire gli appuntamenti periodici di controllo dal pedodontista.
  • Iniziare ad utilizzare pasta dentifricia solo quando il bambino saprà sciacquarsi la bocca da solo.
  • Curare molto l’igiene orale: abituarli fin da piccoli è faticoso, ma è il mezzo più efficace perché, in seguito, si spazzolino i denti da soli.
  • Verso i tre anni effettuare una visita di controllo anche da un ortodontista.

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie per le sue funzionalità; scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.Per saperne di più o negare il consenso leggi privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information